Censimento 2015


Ha compilato i questionari il 54,2 % del pubblico in sala . L’attendibilità è, quindi, buona nella prospettiva di proiezione dei dati ma non si sono potuti computare 3 spettacoli (2 spettacoli ragazzi e uno all’aperto) per problemi logistici.
Il bacino di utenza del circuito è molto esteso in tutta la provincia da Lumezzane a Palazzolo a Montichiari. Nonostante questa ampiezza più del 48% degli spettatori appartiene al paese che ospita lo spettacolo, il restante è proveniente in percentuale consistente da Brescia (circa il 20% ) e dai paesi confinanti (30%) percentuale che si ribalta in relazione alla lontananza dalla città. Dall’affluenza del circuito si denota un forte radicamento sui territori (circa il 60% del pubblico).

Il circuito si rivolge ad un pubblico di adulti in particolare tra i 40 e 60 anni con un buona copertura tra i 30 e 40. Il circuito non è riuscito a coinvolgere fino ad ora un pubblico over 60 e under 26 che costituisce solo una percentuale inferiore al 20% dell’affluenza media.
Gli spettatori sono nella maggior parte un pubblico colto che si sposta per andare a veder gli spettacoli in una aria di circa 20km. Sono al 90% lavoratori e ricercano spettacoli che abbiano una riconoscibilità di carattere sociale e che parlino di temi di attualità sociale.

La frequentazione al circuito avviene in coppia o in gruppo. La comunicazione avviene per più del 60% attraverso canali internet (sito, social e newsletter).
Ottima è stata la capacità di circuito di fidelizzare gli spettatori. Più del 30% frequenta il circuito regolarmente (più spettacoli ogni anno) e quasi il 50% è ritornato a vedere gli spettacoli nelle varie stagioni. Gli abbonamenti introdotti da appena tre anni sono stati esauriti.

In relazione allo studio del 2010 si possono riscontrare alcune sorprese e conferme. Il circuito si prefissava di far crescere il pubblico nella fascia under 30 che è passata dal 9% al 26% sempre ancora migliorabile ma in linea con le maggiori manifestazioni. Rimane sempre debole invece la fascia over 65 per cui probabilmente l’offerta artistica e la modalità di fruizione non sono soddisfacenti. E’ scesa la percentuale di pubblico proveniente da Brescia (quasi del 10%) e se pur di poco (2%) anche degli abitanti del paese mentre cresce di molto la provenienza di spettatori dal bacino di azioni del circuito (12%) a conferma del consolidamento sul territorio del circuito. Stupisce come in pochi anni sia cambiata la comunicazione: mentre nel 2010 il passaparola costituiva il mezzo principale di conoscenza del circuito per il 40% degli intervistati ora tutte le attività online (newsletter, sito e social network) occupano quasi il 60% relegando il passaparola a un se pur consistente 17% e soprattutto i mezzi di stampa ad uno strabiliante 2%. Interessante è anche il dato sulla valutazione qualità/prezzo che totalizza un lusinghiero 99% di soddisfazione, che si accompagna a ben undici segnalazione di richiesta di aumento del biglietto.

 

Genere

genere

 

 

 

Fasce di età

età

 

 

 

Professione

professione

 

 

 

Titolo di studio

titolo-di-studio

 

 

 

Modalità di contatto

modalità-di-contatto

 

 

Visione di più spettacoli in una stessa annata

31%

 

Segue da più anni

50%

 

Valutazione programmazione

valutazione-programmazione

 

 

 

Valutazione servizio

valutazione-servizio

 

 

 

Rapporto qualità prezzo

rapporto-qualità-prezzo

 

 

Nota: 10% degli intervistati ritengono che il costo del biglietto sia troppo basso

 

Derivazione degli altri spettatori:

RONCADELLE 3%
LUMEZZANE 3%
CONCESIO 3%
DESENZANO 2%
PALAZZOLO 12%
FLERO 10%
OSPITALETTO 5%
MONTICHIARI 7%
PASSIRANO 14%
GUSSAGO 11%
CORTEFRANCA 5%
CAZZAGO 11%
MONTICELLI 4%
PROVAGLIO 6%
CASTELMELLA 1%
REZZATO 3%